Cerca
  • grandezecky6

Mozart/Haydn: Symphonies • Kempe

Riscolto con piacere questo bel disco che rappresenta però anche un mistero: questa è stata per lungo tempo l'unica versione della Sinfonia n. 34 di Mozart pubblicata in stereofonia: la EMI/Warner non ha mai pubblicato la versione stereo, nemmeno la Testament, ci ha pensato ora la FHR inglese. Le date di registrazione testimoniano il periodo di passaggio tra le incisioni mono e quelle stereo e sono state effettuate entrambe a Londra presso lo EMI Studio No. 1 di Abbey Road con l'Orchestra Philharmonia: Mozart è del 24 novembre del 1955 mentre Haydn è del 8 giugno del 1956. Ebbene, il vinile apparve stereo solo in US per Capitol Records e con la copertina che vedete, mentre nel resto del globo no, solo mono. La versione più distribuita fu l'HMV ALP 1471, rimpiazzata dalla sua ristampa Music For Pleasure ‎MFP 2082. La Testament pubblicò in CD nel 1996 (SBT 1092, mai più ristampato) tre sinfonie di Mozart con Rudolf Kempe: questa qui del disco Capitol più la K 543 e la K 551 con la Royal Philharmonic (fino a quel momento rimaste inedite). La Sinfonia K 338 era mono, segno che il master stereo non era stato utilizzato. Perché? Non ricordo ora se le note di copertina del CD Testament riportassero qualche informazione riguardo questa anomalia della doppia realizzazione stereo/mono, o se si facesse cenno ad uno smarrimento del master stereo... di certo so che è stata la FHR di Londra a rimettere sul mercato la Sinfonia n. 34 di Mozart nella finalmente 'ritrovata' versione del master stereo (non è un riversamento da vinile) e che apparirà così per la prima volta in CD. La Sinfonia n. 104

di Haydn fu anch'essa pubblicata dalla Testament Records (SBT1273), ma stavolta nella originale versione stereo. Sono sempre più ammirato dai risultati ottenuti dalle ricerche 'archeologiche' che i due meticolosi 'Indiana Jones' della FHR (David Murphy e Peter Bromley) conducono nell'ambito degli archivi discografici alla ricerca di originali incisioni stereo che si considerano perdute e che piano piano fanno tornare alla luce. Un lavoro esemplare!

1 visualizzazione
  • Facebook - Black Circle

©2019-2020 di I dischi di Zecky.

Creato con Wix.com